TRIAL CLINICO SUI RAPPORTI TRA EMICRANIA E DIFETTI CARDIACI


AGA Medical Corporation con sede nel Minnesota ha annunciato di avere arruolato i suoi primi pazienti per il trial clinico PRIMA, uno studio che prende in esame i legami tra alcuni tipi di mal di testa da emicrania e un difetto cardiaco riscontrato nel 20 per cento della popolazione adulta. I primi pazienti sono stati arruolati presso il centro cardiovascolare svizzero di Berna.Il trial PRIMA (acronimo dell’espressione inglese equivalente in italiano a ( riduzione della chiusura del forame ovale pervio (PFO) nell’emicrania con aura’) è un trial prospettico, randomizzato, multicentro a doppio ramo il cui obiettivo è determinare se i pazienti sottoposti a chiusura di un PFO tramite il dispositivo occlusore AMPLATZER PFO presentino una riduzione sia del numero che della severità di determinati tipi di mal di testa da emicrania.Lo studio prevede l’arruolamento di circa 120 pazienti in fino a 10 centri medici europei. Il forame ovale pervio, o PFO, è un difetto cardiaco riscontrato in oltre il 20 per cento della popolazione adulta, e consiste in un’apertura a lembo tra le cavità superiori del cuore. Questa apertura è normale nel feto ma di solito si chiude poco dopo la nascita. Quando essa rimane aperta, o “pervia”,fa sì che il sangue possa bypassare il sistema di filtraggio dei polmoni.Sostanze quali piccoli coaguli di sangue o sostanze chimiche in questo sangue non filtrato né rigenerato che raggiungano direttamente il cervello possono scatenare attacchi di emicrania.”Siamo lieti ed elettrizzati dal fatto di poter arruolare i primi pazienti in questo importante trial per determinare il possibile legame tra la chiusura del PFO e la riduzione dei mal di testa da emicrania,” ha dichiarato il dott. Dr. Bernhard Meier, uno dei principali investigatori cardiovascolari del trial PRIMA nonché primario e professore di cardiologia presso il centro cardiovascolare svizzero dell’ospedale universitario di Berna.

Commenta per primo

Rispondi