quando la moglie di un Nobel dirige un ristorante

nobel

Günter Blobel, Nobel Prize in Medicine 1999La signora Laura Maioglio moglie del premio Nobel Gunther Blobel ci ha spiegato il valore della dieta mediterranea tanto amata dagli italiani. ”Quando nel 1962 ho assunto la responsabilità del “ Barbetta” , il ristorante di mio padre a New York. L’idea del , ” pranzo sano ” era un concetto ancora né praticato né conosciuto. Al massimo , c’era chi voleva limitare le calorie guardare svelte sono stati contare le calorie, ma non esistevano differenziazione tra i tipi di grasso .Non si parlava di colesterolo, e solo quelli con alta pressione sanguigna evitavano cibi salati. Poi c’erano i diabetici preoccupati per lo zucchero . Il ristorante era di mio padre, che lo aveva aperto nel 1906.Fu mia l’idea d i, servire ” cibo sano ” Principalmente sì, come hanno fatto altri ristoranti italiani , ma non intenzionalmente , non come un esercizio di ” pranzo sano ” ,Solo più tardi è stato elaborato il concetto della sana ” dieta mediterranea ” , così fortemente propagandato oggi con importanti benefici per la salute . Fu solo quando gli studi medici cominciarono a sottolineare i pericoli di mangiare troppo grassi animali , cibi ricchi di sale e zucchero , che la gente ha cominciato ad allontanarsi da cibi che determinavano livelli di colesterolo elevato, la pressione sanguigna elevata , e l’elevato livello di zucchero nel sangue . Fu allora che è nato il concetto di ” pranzo sano ” . Forse la gente risponde immediatamente , modificando le abitudini alimentari’ ? Non proprio . . ci tengo molto a precisare che forse prima di altri ristoranti mi sono interessata a servire piatti ” più sani ” . Anche se ho una laurea in Storia dell’Arte e ero forse destinata a lavorare con gli architetti Ho però sempre avuto un interesse per la medicina ( come ha fatto anche mio padre ) . .Alla fine ho sposato un medico , Gunther Blobel , che svolgeva ricerca alla Rockefeller University , e che qualche anno fa ha vinto il Premio Nobel per la Medicina . Così, attraverso lui mi sono sempre aggiornata sulle ultime scoperte nel campo della medicina . Come potrei mai , dunque , servire ai miei clienti cibo che non considero abbastanza sano da mangiare ? Purtroppo ho dovuto adottare alcune decisioni dolorose , come la rimozione dal nostro menù del nostro piatto più popolare , i famosi “Tortellini alla Panna”Erano deliziosi! Come vorrei poter li servire ancora! Nel frattempo , con i miei cuochi abbiamo proceduto a ridurre il sale , tagliare lo zucchero , cuocere senza panna e infine , sostituire il burro con l’olio di oliva, per passare a tagli magri di carne rossa , e aumentare la nostra selezione di carni bianche e pesce.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*