LA MALATTIA DI PAGET IN ITALIA FORSE PIU’ FREQUENTE IN CAMPANIA E TOSCANA


La malattia ossea di Paget con un’incidenza di 4 milioni di persone nel mondo, costituisce la seconda malattia ossea più frequente dopo l’osteoporosi. In Italia si stima che l’incidenza sia intorno all’1% nella popolazione di età superiore a 55 anni, con circa 350 mila casi. Questa patologia caratterizzata soprattutto da fragilità ossea si svolge in Italia con un quadro clinico meno severo rispetto ad altre popolazioni europee e almeno stando ai dati italiani subisce in maniera rilevante i fattori ambientali. Meno decisivo il fattore della familiarità che è dimostrabile, a quanto pare, solo nel 15% dei casi. In uno studio pubblicato da Merlotti, Gennai e Galli, è stato possibile provare inoltre un’associazione della malattia con la vita a contatto con gli animali. Inoltre sempre in Italia è stata riscontrata una meno significativa maggior prevalenza della patologia nelle aree rurali rispetto a quelle urbane. Complicazioni più frequenti sono state l’artrosi secondaria, le fratture la sordità e la calcificazione delle valvole. Una maggiore concentrazione di casi di questa patologia è stata riscontrata nelle zone rurali della Campania e della Toscana. Il dato assai interessante dovrebbe essere confermato a successive ricerche che potrebbero indicare anche nel nostro paese altre zone con rilevante incidenza malattia di Paget.

Commenta per primo

Rispondi