Biomedia e “Family Health” a “Bimbinfiera” per promuovere la prevenzione nei primi mesi di vita del neonato

Biomedia con il progetto digitale “Family Health” tra i protagonisti di “Bimbinfiera”, l’appuntamento dedicato ai bambini e ai loro genitori che si è svolto presso la Fiera di Roma. Due giorni di confronto, in cui i genitori hanno ricevuto consigli su come gestire al meglio il periodo della gravidanza e i primi anni di vita dei propri figli.

In dettaglio, Family Health” (familyhealth.it) offrirà due attività ricreative e allo stesso tempo educative rivolte ai piccolissimi: su un albero gigante, sinonimo di prevenzione, dovranno imprimere le proprie manine con vernice arancione e azzurra. Inoltre, saranno invitati a costruire un mini-albero “Family Health”, un regalo in ricordo della giornata.

Si è parlato di vaccini insieme alla dottoressa Elena Bozzola, Consigliere nazionale della Società Italiana di Pediatria (SIP). «È fondamentale trasmettere alle mamme e alle donne in gravidanza l’importanza e la sicurezza delle vaccinazioni; purtroppo, ancora oggi si muore per malattie facilmente prevenibili come il morbillo e l’Italia è ultima in Europa per dati di copertura contro il tetano, la difterite e la pertosse – spiega la dottoressa -. I numeri parlano chiaro: ogni anno nel mondo sono oltre 2 milioni le vite salvate grazie ai vaccini che devono tornare ad essere un appuntamento fisso dei primi mesi di vita del bambino. Senza dimenticare la prevenzione in gravidanza, importantissima per trasmettere al feto gli anticorpi direttamente dalla mamma».

Oltre alle vaccinazioni, si è parlato di un altro momento fondamentale per la vita di un bambino: l’allattamento al seno.

«I benefici dell’allattamento al seno sono molteplici, psicologici e nutrizionali. Il latte materno ha anche un effetto protettivo sulle allergie, sulle infezioni e sul rischio di morte in culla e favorisce un ottimale sviluppo psicomotorio del bambino. Gli effetti benefici dell’allattamento al seno sono importanti anche nella donna consentendo un migliore recupero post-parto e riducendo il rischio di sviluppare osteoporosi – afferma Paolillo -. La prevenzione delle patologie nei primi mesi di vita del lattante avviene anche con la somministrazione di vitamina K, per prevenire la malattia emorragica e la vitamina D per fissare il calcio nel sistema scheletrico. Il neonato prematuro necessita, spesso, di profilassi dell’anemia mediante la somministrazione di ferro e acido folico. Il fluoro favorisce la prevenzione delle carie, già nei denti decidui. La lattoferrina, un antibiotico naturale e la luteina, un antiossidante, possono avere un loro ruolo nella prevenzione di una serie di patologie soprattutto del neonato prematuro».

La prevenzione, poi, si realizza anche attraverso alcuni esami da eseguire prima della dimissione del neonato dall’ospedale. «Uno di questi è lo screening metabolico allargato ma anche quello uditivo. Altri accertamenti sono il riflesso rosso, per il precoce riconoscimento di situazioni potenzialmente pericolose per la vista, come la cataratta congenita, l’elettrocardiogramma entro i 45 giorni di vita per lo studio del QT, un tratto dell’elettrocardiogramma che se troppo lungo può portare aritmie e rischio di morte in culla, e la pulsossimetria con la misura della saturazione di ossigeno pre e post-duttale, per lo screening delle cardiopatie congenite». – conclude Paolillo.

La storia clinica di ognuno, quindi, si delinea già nelle prime ore di vita. Perciò, è importante avere sempre a portata di mano tutta la propria storia di salute, da consultare in caso di bisogno. Questo è possibile grazie al Fascicolo Sanitario Digitale Personale (FSDp) di Biomedia. Disponibile gratuitamente al sito familyhealth.it, è un archivio digitale protetto che permette di raccogliere i referti e i dati clinici della persona e della famiglia. Permette di ordinare i documenti per specialità, sempre a disposizione e a portata di paziente, medico e familiari. Inoltre, consente di condividere e tramandare la storia clinica per registrare possibili familiarità che aumentano il rischio di sviluppare determinate malattie.

Annunci

Commenta per primo

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.