depilazione intima: attenzione

donna

depilazioneUn problema che interessa per la maggior parte le giovani donne che prediligono bikini molto succinti. Occhio però, con le dovute cautele alla depilazione totale delle parti intime, in quanto si può rivelare estremamente pericolosa. Il monito è stato lanciato dall’Accademia spagnola di Dermatologia di Barcellona e dall’Health Center della Western Washington University, che hanno cercato di scoprire la ragione per cui, negli ultimi anni, si è registrato un forte incremento di infezioni nelle parti intime. Dilagano, soprattutto tra i giovani, i casi di funghi, herpes e addirittura di sifilide. Questo dipenderebbe, secondo gli esperti, dalla depilazione. L’asportazione dei peli, infatti, favorisce l’insorgenza di infezioni trasmissibili durante il rapporto sessuale, ma anche del Papilloma virus e delle verruche genitali. Gli scienziati definiscono “assurda” la tendenza dei giovani a depilarsi i genitali.La depilazione intima è ormai molto diffusa sia tra le donne che tra gli uomini e può essere effettuata con molteplici tecniche, da quelle più tradizionali come il rasoio, la ceretta e le creme depilatorie, a quelle più moderne come il laser e gli ultrasuoni. Scopriamo quali sono i migliori metodi di depilazione intima maschili e femminili e i consigli per evitare di eseguirli in modo scorretto con conseguente rischio di infiammazioni e infezioni Uno dei metodi più diffusi di depilazione intima femminile è la ceretta, utile soprattutto per rallentare la ricrescita. La ceretta va eseguita correttamente onde evitare peli incarniti con conseguenti infezioni, bolle pruriginose e irritazioni cutanee. Prima di procedere si consiglia quindi uno scrub esfoliante e subito dopo la detersione con acqua tiepida e l’uso di creme idratanti. Per il sesso maschile è un’operazione molto dolorosa data l’estrema delicatezza degli organi genitali. Alternative diffuse sono il rasoio elettrico, abbastanza preciso e dagli effetti piuttosto duratori, e le classiche lamette. A chi vi ricorre si consiglia di preparare la pelle con prodotti emollienti e in seguito di trattarla con creme anti-irritazione. Le creme depilatorie possono contenere componenti chimiche irritanti e causare allergie, sono quindi poco indicate per la depilazione intima. Infine per chi preferisce una depilazione definitiva e totale e non da peso agli allarmismi il miglior metodo depilatorio è il laser, comodo, indolore ed efficace sia per uomini che per donne. Principali sintomi di una depilazione intima scorrettaI principali sintomi di una depilazione intima scorretta sono i seguenti: Eritema: causato da allergia alla cera o alla crema depilatoria. Per alleviarlo si utilizzano pomate antistaminiche. Bolle pruriginose: causate da ceretta o rasatura, vanno trattate con gel all’aloe o pomate all’idrocortisone. Tagli sanguinanti: causati dal rasoio o dai ripetuti strappi da ceretta, vanno curati con pomata antibiotica. Papule scure: peli incarniti divenuti pomfi infiammati, vanno trattati con tamponamenti di ghiaccio e prevenuti con lo scrub pre-depilatorio. Pomfi dolenti: vanno disinfettati con acqua ossigenata e con pomata antibiotica La depilazione intima può causare inoltre follicolite e cisti inguinali. Le cause della follicolite sono i ripetuti danneggiamenti della pelle dovuti alla depilazione, qualunque sia la tecnica utilizzata. Può essere evitata con il laser oppure seguendo opportune norme igieniche: la zona intima va sempre disinfettata e trattata in seguito con creme emollienti. Le cisti sono dovute spesso all’utilizzo di rasoi infetti o a cerette eseguite con poca delicatezza, vanno curate sospendendo per un po’ la depilazione intima e applicando pomate disinfettanti.

Commenta per primo

Rispondi