ANAFILASSI e adrenaline conservabili a temperatura ambiente

L’anafilassi è una grave reazione allergica dalle conseguenze potenzialmente letali. I sintomi possono insorgere dopo qualche secondo o dopo qualche minutiodall’esposizione alla sostanza di cui si è allergico, detta “agente scatenante” o allergene.

L’anafilassi si manifesta a seguito di una reazione spoporzionata del nosstro sistema immunitario a una sostanza solitamente non dannosa ad esempio, a un alimento.

Per proteggersi, l’organismo reagisce producendo determinate sostanze chimiche. Tale reazione può dare luogo a sintomi potenzialmente leali:

– difficoltà respiratoria/respiro rumoroso
– gonfiore della lingua
– gonfiore della gola/wsensazione di costrizione alla gola
– gonfiore del volto/della labbra/delle palpabre
– difficoltà a parlare e/o voce rauca
– rantolo o tosse persistente
– perdita di conoscenza e/o collasso
– pallore e diminuzione del tono muscolare (bambini piccoli)

Di norma la presenza di una reazione anafilattica è charamente indicata dal manifestarsi di un malore grave. Poichè i sintomi insorgono in pochi minuti, interventire subito è particolarmente importante. Le reazioni allergiche gravi si riconoscono dai sintomi.

I fattori scatenanti una reazione anafilattica possono essere:

Alimenti: arachidi, nocciole, noci pecan, uova, soia, pesce, frutti di mare, frumento, latte. Oltre il 30% delle reazioni anafilattiche gravi sono scatenate da allergeni alimentari.

Veleno di insetti: api, vespe, calabroni, bombi. Oltre il 3% della popolazione adulta e 1% della popolazione pediatrica ne è affetto.

Farmaci: antibiotici, anestetici, analgesici.

Lattice: guanti, cerotti, profialattici.

Sforzo: ad esempio sforzo fisico anche se raro

Cause idiopatiche: allergene non noto

TRATTAMENTO

1) riconoscere le sostenze che statenano allergie ed EVITARLE !

2) conoscere i sintomi dell’ANAFILASSI

3) utilizzo precoce di ADRENALINA (iniezione intramuscolare o areosol) che deve essere somministrata non appena si manifestano i sintomi prima che progrediscano in anafilassi. L’adrenalina, provoca vasocostrizione aumentando cosi la pressione sanguinea, mantenendo la circolazione e riducendo il gonfiore. Inoltre, l’adrenalina induce il rilassamento dei bronchi alleviando le difficoltà respiratorie.

Oggi sono disponibili in commercio ADRENALINE che si possono conservare a temperatura ambiente (non superiore ai 25°C) come ad esempio il prodotto: FASTJEKT (epinefrina).

<VIDEO>

si può richiedere materiale informativo ed educazionale in formato pdf o l’invio di un trainer al seguente indirizzo di posta: phvitaly@mylan.com

SCHEDA TECNICA

Commenta per primo

Rispondi